ItaliaUzbekistan
SITIU
 

 

feste e appuntamenti
 

Le seguenti feste sono quelle ufficiali, durante le quali tutte le agenzie governative, le scuole, le banche e la maggior parte dei posti di lavoro sono chiusi. Se una di queste feste cade di sabato o domenica, il giorno feriale successivo viene considerato festivo.

Event

Date

Description

Capodanno

1 Gen

Celebra l'inizio dell'anno nuovo. Alberi di natale, regali, fuochi d'artificio.

Giorno dei difensori della Patria

14 Gen

Gli uomini ricevono particolari attenzioni e spesso regali dalle donne. Parate e fuochi d'artificio.

Giorno internazionale della donna

8 Mar

Fiori, profumi e cioccolato per le donne. Gli uomini svolgono i lavori di casa.

Navruz

21 Mar

Capodanno asiatico. Festeggiamenti in famiglia. Festival popolari.

Giorno della memoria e dell'onore. (Festa della Vittoria)

9 Mag

Commemorazione della vittoria dell'Unione Sovietica sulla Germania durante la II GM. Parata militare. Festa dei veterani. Fuochi d'artificio.

Festa dell'Indipendenza

1 Sett

Commemorazione dell'indipendenza dall'URSS. Feste popolari. Fuochi d'artificio.

Festa della Bandiera

8 Nov

Commemorazione dell'adozione della bandiera nazionale. Feste popolari.

Giorno della Costituzione

8 Dic

Commemorazione dell'adozione della Costituzione della Repubblica dell'Uzbekistan. Feste popolari.

Nota: Alcune feste islamiche cadono in date diverse ogni anno. Per esempio, il Kurban Hait (Id-al-Adha) e il Ramazan Hait (Id-al-Fitr) vengono stabilite in base alle fasi lunari. Le date esatte vengono determinate mediante un decreto presidenziale.

  Il popolo Uzbeko celebra anche le seguenti feste religiose.

Pasqua Russa Ortodossa

Una celebrazione ortodossa della risurrezione di Gesù viene celebrata la seconda domenica di Aprile. Si visitano le chiese. Si cucina uno speciale pane, il “Kulich”.

Kurban-Hait
(Id-al-Adha)

É' una delle principali feste islamiche celebrate in tutto il mondo ed assume un'importanza particolare per i pellegrini che si recano alla Mecca. Chi festeggia il Kurban Hait a casa, visita gli amici e i parenti, aiuta i malati e le persone sole e anziane, dopo aver celebrato i riti obbligatori.

Ramazan-Hait
(Id-al-Fitr)

Un periodo di digiuno e purificazione spirituale e morale che dura 30 giorni ed è chiamato Uraza, coincide con il 9° mese (Khidjra) del calendario islamico. Questa festa è anche conosciuta con il nome di Ruza Hayit. La religione musulmana considera il digiuno come uno strumento di educazione spirituale. Durante questo periodo vengono ricordati i defunti, si visitano le persone anziane e gli ammalati e ci si dedica al volontariato sociale. Il primo giorno del Qurban Hayit e del Ramazan Hayit è considerato giorno non lavorativo.

Oltre alle feste ufficiali e ai giorni festivi ci sono altre feste popolari che vengono celebrate dalle comunità locali.

Feb 14. Giorno di S. Valentino

Il giorno degli innamorati, in cui le coppie, soprattutto i giovani, si scambiano regali.

Feb 23. Festa degli uomini

Un tempo era la festa dell'Esercito dell'Unione Sovietica. Gli uomini ricevono speciali attenzioni e regali dalle donne.

Ott. 1. Festa degli insegnanti

Le scuole restano chiuse.

Apr 1. Primo d'Aprile

Un giorno di scherzi e giochi.

 

Nota: Le organizzazioni internazionali e le ambasciate straniere sono chiuse durante le feste nazionali.

 

Altre feste

Il Pakhta-Bairam è la festa del raccolto che si celebra in dicembre nella città di Nukus, nel karakalpakstan, uno dei pochi luoghi al mondo dove potrete assistere a una partita di ylaq oyyny , versione centroasiatica del polo: due squadre du cavalieri colpiscono una carcassa di capra che funge da palla.

Nel mese di maggio degli anni pari Tashkent ospita il Festival del Cinema Asiatico, Africano e Latinoamericano .

Il 23 ottobre a Samarcanda si tiene il Festival dei Bambini per la pace e il disarmo – le celebrazioni si svolgono intorno al Museo della Pace e della Solidarietà che ospita una notevole raccolta di reliquie.

Ogni anno si tiene un festival promosso dall'Unesco per salvaguardare le tradizioni del distretto di Boysun, chiamato "Open Folklore Festival".

E' una competizione per artisti professionisti e amatori, sia uzbeki che stranieri, che eseguono canzoni della tradizione popolare, musiche e artigianato.

Gli obiettivi del festival sono:

  • Presentare gli esempi delle tradizioni musicali e artigianali.
  • Promuovere il dialogo tra culture attraverso le idee di pace, solidarietà e fratellanza.
  • Creare un archivio audiovisuale e digitale per le tradizioni popolari.
  • Creare consapevolezza tra le nuove generazioni al rispetto degli usi e costumi tradizionali e avvicinare i giovani alle tradizioni musicali.

Il Festival "Sharq taronalari" (melodie orientali) si tiene ogni due anni a Samarkanda e riunisce musicisti di tutta l'Asia centrale (fine agosto). È uno di festival più importanti di musica asiatica del mondo, ed è meta di decine di artisti provenienti da tutto l'oriente.

Il festival, Ilkhom, che in uzbeko vuole dire Ispirazione, è stato fondato nel 1996 dal compositore Dmitri Yanov-Yanovsky. Il festival sta assumendo una fama crescente nel panorama internazionale ed è una vetrina importantissima per la musica contemporanea più innovativa.

Per quanto riguarda l'offerta teatrale Tashkent è una delle capitali di maggior vivacità di tutta l'Asia centrale. In particolare il teatro Ilkhom, che come detto ospita il festival internazionale di musica contemporanea e il teatro del balletto nazionale di Tashkent offrono una programmazione che non ha nulla da invidiare a quella di teatri di fama internazionale.

 

TRADIZIONI

Un grande numero di riti e usanze accompagnano la vita della famiglia uzbeka. I matrimoni sono considerati l'evento più importante della vita di ognuno. I preparativi per questa speciale occasione iniziano il giorno della nascita. Gli uzbechi amano riunirsi in grandi gruppi e intrattenere l'intero villaggio ( kishlak ) o mahallya (quartiere) durante le feste di famiglia.

Le feste popolari di massa sono celebrate con fasto: varie cerimonie, bazaar festivi con spettacoli musicali, danzanti e di combattimento.

Gli uzbeki sono un popolo molto ospitevole e amichevole. Secondo un proverbio popolare “Se non hai cibo delizioso per un ospite, devi avere dolci parole per lui”. Gli uzbeki sono molto solidali tra loro. L'antica usanza del Khashar è una particolare forma di mutua assistenza. Se un compagno di villaggio si trova in difficoltà, tutto il vicinato si unisce per aiutarlo. La mutua assistenza si manifesta anche in occasione dei matrimoni, delle feste di circoncisione, della costruzione della casa e nelle cerimonie funebri. Gli uzbechi mantengono un tradizionale rispetto per la popolazione anziana.

 

Questo sito è realizzato da Informest nell'ambito del progetto SITIU, co-finanziato dalla legge L. 212/92 Ministero italiano Affari Esteri

Sito ottimizzato per Microsoft Internet Explorer 6.
Per problemi inerenti la visualizzazione del sito contattare il
Webmaster